BIOGRAFIA DI JOHN NORUM

 

I PRIMI ANNI

IL SUCCESSO MONDIALE LA CARRIERA SOLISTA IL NUOVO MILLENNIO

 

Clicca dove sottolineato per saperne di più sull'argomento (disponibile a breve)

(clicca qui per la parte precedente)

I ragazzi avevano 18 anni quando il direttore di produzione della CBS Thomas Erdtman decise di organizzare la più grande competizione rock mai tenuta in Svezia, un concorso nazionale per rock band emergenti, il Rock-SM, come quello organizzato in Norvegia da Arnt Pedersen. Per farlo, lasciò la CBS e fondò la Hot Records, come base per il concorso rock. Trovò molti sponsor, e la collaborazione del famoso Aftonbladet che funzionò da grande richiamo per tutte le band emergenti. Aftonbladet pubblicò le regole all’inizio del 1982: le band che intendevano partecipare al concorso avrebbero dovuto spedire una registrazione su cassetta di due canzoni originali. La risposta fu grandiosa: risposero 4000 gruppi. Tra questi, senza saperlo, c’erano anche i Force: la ragazza di Joakim, Anita Katila, convinse la band a registrare una cassetta demo e a partecipare. Registrarono 5 canzoni: "The King Will Return", "Paradize Bay", "Seven Doors Hotel", "Children Of This Time" e "Rock On". Ma la registrazione non li convinse e rinunciarono a partecipare. Anita inviò comunque la cassetta e i Force furono selezionati per la seconda fase del concorso. Force lavorarono duramente per il concorso e cambiarono nome in Europe. Force non era un buon nome con cui cominciare una carriera rock, volevano un nome che potesse essere riconosciuto ovunque, e che avesse lo stesso significato in tutto il mondo…

Un’altra band molto interessante partecipava allo stesso concorso, un gruppo con un batterista mancino molto bravo: erano i Trilogy e il batterista era Ian Haugland! I Trilogy non superarono la seconda fase, mentre gli Europe superarono i quarti di finale a Uppsala. Le semifinali si svolsero a Södertälje e gli Europe raggiunsero la finale! E a quel punto avevano un numeroso gruppo di persone a supportarli al loro seguito. Joakim decise di iniziare ad utilizzare il suo nuovo nome Joey Tempest. Tony allo stesso modo decise di cambiare il suo cognome finlandese così difficile da pronunciare, in Reno. La finale si svolse il 13 dicembre, festa nazionale svedese, al Grona Lund, a Stoccolma. Gli Europe contro i Café Midnatt, tra i giudici c’erano Thomas Erdtman ed alcune celebrità come Michael Rickfors, Thomas Ledin and Hasse Carlsson. Gli Europe vinsero tutto! Non solo il concorso, ma anche gli altri due premi maggiori andarono a Joey come miglior cantante e a John Norum come miglior chitarrista. Il premio finale era registrare un album per la Hot Records. Il loro nuovo manager Thomas Erdtman cercò di convincerli a cantare in svedese e forse a rivedere un pò la loro musica ed il loro look. Joey era quasi sul punto di farlo, ma John non era affatto d’accordo. John e Erdtman non furono mai in buoni rapporti, sin dall’inizio… La Hot Records raggiunse un accordo con la Grammfon AB Electra e il primo album degli Europe, "EUROPE", fu registrato in uno studio a Kista, pochi chilometri a nord di Stoccolma. Le canzoni erano lunghe, i testi complessi e le melodie erano puro hard rock, influenzato dagli UFO, Thin Lizzy e Deep Purple ma completamente rivisto in modo particolare e personale. Il budget era basso, solo 100.000 Corone (circa 9.000 Euro) e a quel tempo, la produzione hard rock svedese era all’inizio ed era veramente difficile trovare un produttore o un tecnico che fosse capace di mixare quel genere di musica: la band assieme al tecnico del Rock SM e lo stesso Erdtman fecero del loro meglio. Degno di nota è il fatto che l’album fu registrato in un solo fine settimana, la maggior parte di esso fu registrato live in studio e, per fare un esempio, "Boyazont" necessitò solo di 30 minuti per essere registrata. Quando uscì l’album, alla fine del febbraio 1983, nessuno prendeva in considerazione la possibilità che gli Europe potessero diventare un nome così ben conosciuto dal mondo intero: conquistare il mercato svedese era già un obiettivo difficile da raggiungere, a quei tempi… Gli Europe divennero molto famosi, dopo la vittoria, le recensioni furono molto buone e l’album vendette circa 30.000 copie nelle prime settimane, il che era buono in Svezia per una rock band. Furono invitati al famoso show televisivo "Casablanca", e quella sera suonarono "Children Of This Time": questo aumentò l’interesse del pubblico per gli Europe e la band iniziò un tour svedese in 25 parchi pubblici, incendiando la notte*.

Nello stesso tempo, come in un sogno, a Londra un critico rock giapponese, Masa Itoh, trovò per caso una copia dell’album "EUROPE" in un negozio di dischi d’importazione. Ne rimase impressionato, e tornato a Tokyo, contattò un suo amico alla Victor Records, T.T. Tsutsumi, il quale chiamò immediatamente la Hot Records e Tomas Erdtman perché voleva pubblicare l’album in Giappone. La possibilità di un successo internazionale era finalmente concreta! In Giappone il singolo "SEVEN DOORS HOTEL" fu un grande successo: vendette molto e gli Europe girarono un video per "In The Future To Come". Sembra che il video non fosse troppo buono, e la televisione giapponese fu la sola a mandarlo in onda. Fu anche edito un altro singolo, "LYIN' EYES", ritirato dopo poco.  

A novembre, John tornò in tour con Eddie Meduza and The Roaring Cadillacs per due mesi, e in quell’occasione fu registrato l’album "DÅREN É LÖS - THE ROARING CADILLAC'S LIVE".

Il 23 febbraio 1984 uscì "WINGS OF TOMORROW", vendette 60-70.000 copie solo in Svezia! Uscirono anche altri tre singoli: "DREAMER", "STORMWIND" e "OPEN YOUR HEART". Gunnar Michaeli, degli Avalon – più conosciuto come Mic Michaeli – fu introdotto nella band per suonare le tastiere durante gli spettacoli live del tour promozionale che stava per iniziare, e divenne il quinto membro della band. Senza che gli altri lo sapessero, Thomas Erdtman silurò Tony per lettera. Håkan Jan Haugland (Ian Haugland per brevità) fu inserito al suo posto. In quello stesso anno, John registrò altri due assoli di chitarra (in "Hold Your Fire" e in "California") per l’album di Eddie Meduza "WEST A FOOL AWAY".

Nel 1985 gli Europe furono coinvolti in due diversi progetti: furono protagonisti di un film di 30 minuti diretto da Staffan Hildebrand e prodotto dalla Social Democrats Union - LO, dal titolo "ON THE LOOSE" e gli Europe interpretarono loro stessi (oh cielo!...). Joey scrisse tre canzoni per il film: “On The Loose”, "Rock The Night" e "Broken Dreams". In copertina appare il nome Europe, ma si trattò di un lavoro fatto interamente da Joey. "ROCK THE NIGHT" fu comunque distribuito successivamente suonato da tutta la band. Nel nome della LO (Trade Union Conference) fecero un tour piuttosto imbarazzante con solo quelle tre canzoni. Il pubblico non si fece vedere (a parte naturalmente i fans più fedeli).  Più tardi nello stesso anno, Joey scrisse "GIVE A HELPING HAND" per lo SWEDISH METAL AID, un singolo a scopo benefico per la fame in Etiopia. Il meglio dell’hard rock svedese si ritrovò per registrare il pezzo, e tra tutti spiccavano i sei cantanti: Robert Ernlund (Treat), Björn Lodin (Bedlam), Malin Ekholm (Aphrodite), Tommy Nilsson (Easy Action), Joakim Lundholm (220 Volt) e Joey Tempest. La musica fu suonata dai membri dei Treat e degli Easy Action. Fu anche la prima volta che Joey lavorò con Kjell Lövbom (più conosciuto come Kee Marcello) degli Easy Action, che produsse il singolo. John Norum cantava nel coro composto da 150 membri delle diverse band.

In agosto, John suonò in collaborazione con Joey nelle vesti di produttore, nel singolo del debutto come cantante della sorella minore Tone “STRANDED” – che divenne un grande successo – e nel suo primo album "ONE OF A KIND". John suonò anche nell’altro singolo "CAN'T YOU STAY". John, assieme ad altri musicisti rock partecipò ad un piccolo tour denominato "The Boys Are Back In Town" – come tributo a Phil Lynott, deceduto il 4 gennaio 1986. "THE FINAL COUNTDOWN" fu registrato, ma la sua uscita fu rinviata. Di nuovo un altro tour (programmato anzitempo) senza il supporto di un nuovo album. Di nuovo niente pubblico. Tutti sapevano che il terzo album sarebbe stato il più importante. Era solo una band da un album? Avrebbero ancora avuto successo o con “WINGS OF TOMORROW” era stata solo pura fortuna? Ma nel maggio del 1986 "THE FINAL COUNTDOWN" fu distribuito e grazie al singolo in soli due mesi vendette 100.000 copie solo in Svezia e 7 milioni di copie nel resto del mondo. Fecero un tour in Giappone: la Scandinavia e il Giappone erano innamorati degli Europe. Un nuovo tour in Svezia – ripreso in parte per la televisione (il concerto di Solna, il 27 maggio) e mandato in onda due mesi dopo giusto a spingere ancora di più le vendite. Ovunque si andasse, quell’estate, si poteva ascoltare "THE FINAL COUNTDOWN". Salì in vetta a tutte le classifiche, e si fissò in tutte le menti… Mentre l’Europa apriva gli occhi e si accorgeva di questa stupenda band, iniziò anche un tour. Fu diffuso un solo videoclip con John: “THE FINAL COUNTDOWN”, girato al Solnahallen, a Solna (Svezia) e furono distribuiti altri due singoli: "LOVE CHASER" (successivamente riedito con "CARRIE" quale traccia principale; "Love Chaser" fu suonata nel film giapponese "Pride One") e "CHEROKEE".

(clicca qui per la parte seguente)

 

* sorvoliamo J

Biografia scritta dalla Webmistress. Informazioni prese da siti musicali verificati.

 

 

  MAINPAGE

  Discography

  Photo Galleries

 Multimedia

  Instruments

  Tablatures

  News

  Events

  On Tour

  Messageboard

  Guestbook

 Contacts-Links

 

 

Free blog counter